NEWS Top News UIL CSP FROSINONE — 29 Ottobre 2013
Angeletti: Inadeguata, si fa finta ridurre tasse Revoca sciopero possibile, basta buona volontà

angelettiaudizionesenato_large

(ANSA) – ROMA, 28 OTT – Gli interventi del ddl di stabilità ”sono assolutamente insufficienti e inadeguati. Si è fatto solo finta di ridurre le tasse”.

Lo ha detto il leader della Uil, Luigi Angeletti al Senato spiegando che la manovra ”smentisce tutti i buoni propositi che il Governo aveva enunciato”.

Angeletti ha chiesto al Parlamento di modificarla tagliando la spesa improduttiva e destinando la metà delle risorse recuperate dalla lotta all’evasione fiscale (12,5 mld nel 2012) a ridurre le tasse sul lavoro dipendente e sulle pensioni.

”La Uil ritiene – ha aggiunto Angeletti – che la legge di stabilità debba tagliare la spesa pubblica improduttiva insieme agli sprechi della politica. Deve destinare la metà delle risorse recuperate dalla lotta all’evasione fiscale a ridurre le tasse sul lavoro a cominciare da lavoratori dipendenti e pensionati. Deve ripristinare la piena rivalutazione delle pensioni salvaguardando tutti i lavoratori esodati. Deve assicurare il rifinanziamento della cassa integrazione. Deve eliminare nel settore pubblico il blocco dell’indennità di vacanza contrattuale e deve stabilizzare i precari”.

La Uil pensa che la legge di stabilità debba essere cambiata. ”Chiediamo al Governo e al Parlamento – ha detto Angeletti ricordando le quattro ore di sciopero già proclamate – di introdurre modifiche nella direzione da noi indicata. La Uil deciderà insieme a Cgil e Cisl come proseguire l’iniziativa politica e di forte mobilitazione nel Paese”.

La Uil chiede al governo e al Parlamento che il ddl di stabilità sia “modificato profondamente” e ricorda che lo sciopero proclamato da Cgil, Cisl e Uil è per “ottenere il cambiamento” del provvedimento.

Angeletti, a margine dell’audizione in corso al Senato, ha sottolineato che la legge di stabilità è lo strumento per creare maggiore occupazione e che la strada migliore è quella della riduzione delle tasse sul lavoro.

Roma, 28 ott. (Adnkronos) “E’ possibile” revocare lo sciopero. “Basta la buona volontà” da parte di governo e Parlamento, chiamati a modificare la legge di stabilità.

Lo afferma il segretario della Uil, Luigi Angeletti, a margine delle audizioni sull’ex finanziaria che si tengono al Senato. “Lo sciopero non lo facciamo per il piacere di farlo ma per convincere governo e parlamento a intervenire sul provvedimento con delle “modifiche profonde””, spiega Angeletti.

Share

About Author

admin

(0) Readers Comments

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.