NEWS — 20 Marzo 2020

19/03/2020 | Ambiente.

Dichiarazione di Silvana Roseto, Segretaria confederale UIL

Economia circolare: un nuovo piano d’azione per aumentare il riciclaggio e il riutilizzo dei prodotti nell’UE
La Commissione Europea l’11 marzo scorso ha adottato un nuovo piano d’azione per l’economia circolare, che ricordiamo essere uno dei pilastri del Green Deal europeo – presentato lo scorso 11 dicembre 2019 dalla Commissione Von der Leyen
– per sostenere i settori ad alta intensità di risorse (ad esempio tessile, edile, elettronica e plastica).
Il piano annuncia interventi che coinvolgeranno l’intero ciclo di vita dei prodotti dalla progettazione e fabbricazione, al consumo, al riutilizzo ed al riciclaggio, consentendo così di rimettere le risorse in circolo nell’economia e proteggendo al contempo l’ambiente. Se vogliamo preservare il nostro ambiente naturale e rafforzare la competitività della nostra economia, bisogna superare l’attuale paradigma di un modello di sviluppo lineare, e favorire invece, un modello di sviluppo circolare.
In questa fase di cambiamento, la giusta transizione verso l’economia circolare, se ben gestita, offrirà opportunità per tutti, senza lasciare indietro nessuno.
Per dare piena attuazione a questo piano occorrono interventi volti a trasformare il metodo di fabbricazione, consentendo ai consumatori di effettuare scelte consapevoli e sostenibili. Un’economia circolare forte e durevole a livello europeo, non è solo un’esigenza per le generazioni future, ma anche un’opportunità in termini di sviluppo, innovazione, crescita economica e nuova occupazione di qualità.
Affinché si favorisca concretamente la transizione a un’economia verde e circolare c’è bisogno della cooperazione di tutti gli stakeholder interessati, a partire dalle OO.SS. a livello locale, nazionale e internazionale.

19 marzo 2020

Uil Frosinone

(www.uil.it)

Share

About Author

silvia_m

(0) Readers Comments

Comments are closed.