NEWS Top News UIL CSP FROSINONE — 24 Giugno 2015

jobsact123/06/2015 | Riforme.  

Dopo le considerazioni del Garante della privacy e della Presidente della Camera, Laura Boldrini sarebbe cosa saggia che il Governo riveda subito  la norma sui controlli a distanza proposta nella bozza di decreto.

Basterebbe mantenere il principio oggi sancito dall’art. 4 dello Statuto dei Lavoratori del “divieto” del controllo a distanza e affidarsi al luogo naturale della regolazione di questa delicata materia, la contrattazione, per evitare interpretazioni che, come previsto, dopo l’allarme lanciato dai sindacati, hanno fatto emergere importanti e condividibili osservazioni.

Nei recenti accordi del Credito (Montepaschi) e Telecomunicazioni  si comprende come  la ovvia necessità di adeguare il sistema produttivo alle innovazioni tecnologiche trova  adeguata regolazione già oggi. A meno che l’intendimento non sia, ancora una volta, evitare “problemi” alle imprese riducendo le tutele dei lavoratori con un danno, soprattutto, al buon clima aziendale.

23 giugno 2015

Uil Frosinone

(*Fonti:
www.uil.it)

Share

About Author

Alessandro

(0) Readers Comments

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.