2014 Comunicati Stampa — 05 Febbraio 2014

Ma necessita di modifiche per renderlo efficace e concreto

ISEE-2012-201303/02/2014 | Economia.

Dichiarazione dei Segretari confederali UIL,
Carlo Fiordaliso e Domenico Proietti

 Si è svolto oggi un seminario di approfondimento sulla riforma ISEE (Indicatore della situazione Economica Equivalente) promosso dai Dipartimenti Fisco e Previdenza e Politiche di Cittadinanza della UIL.

Durante i lavori, a cui hanno preso parte, tra gli altri, il Vice Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali, Maria Cecilia Guerra e il Direttore Generale dell’Inps, Mauro Nori, sono state affrontate alcune questioni relative all’applicazione del nuovo strumento che misura la condizione economica degli italiani, a seguito della riforma approvata dal Consiglio dei Ministri.

Per la UIL, il nuovo ISEE è certamente uno strumento valido per stanare gli evasori e colpire i furbetti del welfare, ma è necessario apportare delle modifiche che rendano di fatto efficace e concreto lo strumento per migliorare le condizioni dei cittadini, sia dal punto di vista fiscale che di benessere sociale.

A tal proposito, infatti, è opportuno e non più derogabile ridurre la pressione fiscale a lavoratori dipendenti e pensionati e rifinanziare il welfare, attraverso le risorse derivanti dalla lotta all’evasione fiscale.

 Roma, 3 febbraio 2014 

(*Fonti:
http://www.uil.it)

Share

About Author

admin

(0) Readers Comments

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.