NEWS — 27 Marzo 2020


26/03/2020 | Occupazione.


Dichiarazione di Ivana Veronese – Segretaria Confederale UIL

La crisi del coronavirus, che sta colpendo in modo drammatico il nostro Paese, rischia un grave impatto sull’economia nei prossimi mesi perché il rallentamento delle attività economiche e produttive potrà avere dei riflessi negativi sia sulla tenuta dei redditi, sia sui livelli occupazionali.

Per questo è importante immettere risorse fresche nell’economia reale come ha annunciato il Presidente del Consiglio. Infatti, vi è bisogno di una nuova e massiccia iniezione di risorse, nei prossimi mesi, per tutelare sia il reddito che i livelli occupazionali, sia dipendenti che autonomi.

Inoltre, nel prossimo Decreto vorremo anche vedere interventi concreti per accelerare la spesa dei fondi comunitari a disposizione, che ammontano a 38 miliardi di euro, da spendere nei prossimi tre anni. Così come ci auguriamo che, nel prossimo Decreto, la dotazione di cassa del fondo sviluppo e coesione nazionale aumenti in modo consistente, anche in considerazione della sospensione dei parametri del Patto di stabilità Europeo, in modo tale da aumentare in modo importante gli investimenti pubblici nel Paese.

A tal proposito, è utile ricordare che il Fondo Sviluppo e Coesione ha una dotazione finanziaria per il 2014-2020 pari a 68,8 miliardi di euro e, a ottobre 2019 (ultimi dati disponibili), su 38 miliardi di euro programmati, gli impegni di spesa erano solo 4,8 miliardi di euro e la spesa effettiva 1,3 miliardi di euro.

Il tutto in modo da attenuare, come ha detto anche Mario Draghi, le conseguenze negative sul mercato del lavoro e altre parti vulnerabili della nostra economia.

26 marzo 2020

Uil Frosinone

(*Fonti:
www.uil.it)

Share

About Author

silvia_m

(0) Readers Comments

Comments are closed.