NEWS Top News UIL CSP FROSINONE — 17 Ottobre 2016

Il leader della Uil si confronta con il Presidente del Pd, Orfini

barbagallo_orfini

07/10/2016 | Sindacato.  

Ha scelto un dibattito con il Presidente del PD, Matteo Orfini, per esprimere pubblicamente la posizione della Uil in merito al referendum costituzionale. Proprio su questo tema, infatti, Carmelo Barbagallo è stato invitato alla Festa dell’Unità, organizzata a Napoli dal PD e dai Socialisti e Democratici, per confrontarsi con uno dei principali protagonisti e promotori della consultazione referendaria.

“Vogliamo evitare – ha detto il leader della Uil – come è successo sino ad ora, le tifoserie per il SÌ e per il NO indipendentemente dal merito. Vorremmo che i cittadini, e in particolare i lavoratori e i pensionati iscritti alla Uil, decidessero non solo con la propria coscienza, ma con conoscenza. Ecco perché abbiamo predisposto uno studio sugli effetti degli esiti del referendum, che stiamo distribuendo ai nostri dirigenti, militanti e iscritti. Poi, valuteremo nei nostri organismi se sarà necessario assumere una decisione o se lasciare libertà di coscienza e di voto ai nostri iscritti,  come normalmente facciamo soprattutto in materie come queste.

Certo – ha precisato Barbagallo – nella riforma ci sono richieste che noi della Uil abbiamo avanzato già molto tempo fa come, ad esempio, la riduzione dei costi della politica e dei parlamentari. Dall’altro lato, però, c’è la preoccupazione per il combinato disposto della riforma con l’Italicum, tant’è che oggi sono in molti a chiedere una modifica di questa proposta di sistema elettorale: speriamo che il Presidente del Consiglio prenda atto di ciò e che intervenga in tal senso. Noi sappiamo – ha concluso Barbagallo – che nella Uil ci sono iscritti che potrebbero votare per il SÌ e altri per il NO: a noi spetta fornire gli strumenti perché loro decidano in piena coscienza e conoscenza. Anche così avremo fatto bene il nostro lavoro”.

7 ottobre 2016

Uil Frosinone

(*Fonti:

www.uil.it)

Share

About Author

Alessandro

(0) Readers Comments

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.