NEWS Top News UIL CSP FROSINONE — 28 Luglio 2015

loy4

27/07/2015 | Occupazione.

Come denunciato dalla Uil nei mesi scorsi, e come stanno manifestando migliaia di lavoratori con l’invio di mail ai  deputati delle Commissioni Lavoro, il Governo non ha ancora tappato i buchi creati dal jobs act.

Infatti, con la nuova “Naspi”, che avrebbe dovuto essere il fiore all’occhiello della riforma Renzi grazie “all’allargamento delle tutele”, oltre 300.000 persone si ritroveranno con una indennità più breve e dimezzata rispetto alla vecchia indennità  di disoccupazione (Aspi)  e con minori  versamenti  previdenziali.  A ciò si aggiunge l’ulteriore effetto di non avere continuità contributiva e, quindi,  una futura pensione irrisoria.

Questo buco colpirà  i cosiddetti lavoratori stagionali che operano in settori chiave della nostra economia : alimentare, turismo, servizi, trasporto.

Il Governo aveva promesso da mesi di mettere le toppe a questo buco, sia con il prossimo decreto di riordino della cassa integrazione  sia, soprattutto, con una circolare dell’Inps di cui si sono perse le tracce.

A questo si aggiunge l’inspiegabile ritardo della stessa Inps nel pagare le indennità di chi ha perso, in questi due mesi, il lavoro con gravissimo disagio per chi  si trova senza reddito e senza occupazione.

Il sindacato e i lavoratori chiedono al Governo di intervenire con rapidità per evitare veri drammi sociali.


27 luglio 2015

Uil Frosinone

(*Fonti:
www.uil.it)

Share

About Author

Alessandro

(0) Readers Comments

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.